Indicizzare un sito


 Come si indicizza un sito web?

Indicizzare un sitoCominciamo col dire che spesso il termine “indicizzare un sito” viene spesso usato in modo improprio, noi non indicizziamo proprio niente, sono i motori a farlo.

Questo fraintendimento deriva dal fatto che le persone pensano che l’indicizzazione e il posizionamento siano la stessa cosa ma, ovviamente non è cosi.

L’indicizzazione è l’avere il proprio sito internet inserito nell’indice dei motori di ricerca, cioè fare in modo che questi sappiano dell’esistenza del nostro sito.

Questo si può ottenere, per quanto riguarda Google, sia inserendo in questa pagina il proprio URL, o aspettando che il crawler di Google lo trovi da solo (a volte occorre aspettare fino a un mese).

Per verificare che il nostro sito sia indicizzato basta digitare site:nomesito (non lasciare spazi dopo i doppi punti) nel campo ricerca di Google.

Al contrario per avere un sito posizionato nelle prime pagine dei risultati occorre fare un lavoro enorme come descritto in posizionare un sito al primo posto.

Quindi indicizzare un sito non vuol dire posizionarlo?

Si… e no.

Una volta che il motore di ricerca ha indicizzato il sito (cioè ha scoperto della sua esistenza) analizzerà e cercherà di posizionare le varie pagine.

Se per “posizionarlo” intendi una qualsiasi posizione, che sia le decima o la centesima pagina, si molto probabilmente lo sarà.

Se per la tua parola chiave vengono restituiti milioni di risultati, magari il tuo sito è alla milionesima posizione, e quindi non lo vedrai mai, ma avrà comunque una sua posizione.

Normalmente per posizionato si intende  posizionato almeno nelle prime due pagine”,  e molto probabilmente non lo sarà.

A meno che il sito non sia stato fatto da un SEO esperto, e che sia passato il tempo necessario per farlo posizionare.

E questo tempo è molto variabile a seconda di diversi fattori (possono essere necessari anche diversi mesi).

Ricordatevi però che, non mi stancherò mai di ripeterlo, essere primi su Google in modo naturale non può essere garantito da nessuno.

Diffidate di chi vi garantisce le prime posizioni, molte volte vengono usate tecniche di Black Hat SEO, cioè tecniche scorrette di posizionamento, che Google ha imparato a riconoscere e rischiando così di ritrovarvi un sito penalizzato.

Cosa viene indicizzato: tutto il sito o le singole pagine separatamente?

Google tratta le varie pagine di un sito in modo separato, anche se c’è chi sostiene il contrario.

Se ad esempio cerco la parola chiave il dialetto fiorentino in Google, trovo in prima pagina un articolo di  tuttigustipiuuno, un sito fatto da ObiettivoSitoWeb che tratta argomenti molto diversi tra loro, non è un sito monotematico.

Se il motore trattasse un sito come questo nel suo insieme non saprebbe da che parte rifarsi, visto che gli argomenti vanno dalla cucina ai film, dai libri agli animali. dai viaggi ai bambini.

Ogni pagina deve essere focalizzata con la propria keyword/keyphrases con la quale vogliamo essere trovati, e i motori tratteranno quella pagina quasi come fosse un sito a se stante.

La parte difficile è sapere come crearla nel modo giusto.

Come si indicizza un sito web esistente?

In moltissimi casi rifacendolo

Purtroppo si, in quasi tutti i casi il sito va rifatto ex-novo per vari motivi tra i quali:

  • non sono state rispettate le linee guida di Google
  • è strutturalmente sbagliato
  • è lento a caricare le pagine
  • menu di navigazione non ben strutturati

Per saperne di più guarda posizionare un sito al primo posto e capirai che per poter posizionare un sito nelle prime posizioni c’è da considerare tantissimi fattori, e alcuni di questi fanno parte della realizzazione del sito.

Se il sito è fatto con un CMS, la prima cosa da valutare è se effettivamente ne abbiamo bisogno, altrimenti meglio un sito statico come già spiegato nella pagina realizzazione siti web e nel link sopra.

Conclusioni

Come abbiamo visto indicizzare un sito non è compito nostro ma dei motori di ricerca (quindi attenti a chi vi fa pagare per questo), mentre il nostro compito è quello di ottimizzare, tramite la SEO, le varie pagine con le parole chiave di nostro interesse e questa operazione, come saprete già se avete letto gli altri articoli del sito, è la parte più difficile nella realizzazione di un sito web.

 

ObiettivoSitoWeb, (rivisto: )

Link Facebook